Al 'Gavagnin Nocini' finisce 1-0 per la Virtus Verona.

 

Al 'Gavagnin Nocini' finisce 1-0 per la Virtus Verona.

Verona - Al termine di una gara in cui il Mantova avrebbe meritato molto più di un pareggio è la Virtus Verona a portare a casa i 3 punti, dopo un filotti di partite in cui i biancorossi avevano sempre conquistato risultati utili. Al primo tiro in porta degli avversari, al 44esimo del primo tempo, è arrivato il gol, con Amadio a metterla dentro.

Nella ripresa i biancorossi di mister Maurizio Lauro danno il massimo rimanendo quasi per tutti i quarantacinque minuti nella metà campo avversaria, ma non riescono a trovare la rete del pareggio, nonostante le cinque occasioni create a pochi passi dalla porta dei padroni di casa. La prima, con De Cenco che di testa colpisce male la palla messa da Guccione, che dopo pochi minuti non aggancia un tiro di Bertini a pochi passi dalla porta. Cinque minuti dopo ancora una volta interviene Giacomel, questa volta su Milillo, con la sfera che finisce in calcio d'angolo. Arriva poi un'altra occasione, sempre per De Cenco, bloccata dal portiere rossoblù, così come nei minuti di recupero, quando su assist di Bertini, il numero 11 del Mantova non riesce a centrare la porta. 

Testa ora alla gara con il Renate di domenica prossima al 'Martelli. 

VIRTUS VERONA - MANTOVA 1-0
Marcatori: 44' pt Amadio

VIRTUS VERONA: Giacomel, Cella, Daffara, Pittarello, Amadio (dal 34' st Mazzolo), Halfredsson (dal 43' st Danti), Lonardi, Pellacani, Metlika (dal 43' st Tronchin), Zugaro, Nalini (dal 35' st Marchi)
A disposizione: Sheikh, Danieli, Arma, Priore, Vesentini, Pinto, Faedo, Silvestri

Allenatore: Luigi Fresco

MANTOVA: Marone, Checchi, Bucolo (dal 20' st Pedrini), Guccione, De Cenco, Gerbaudo, Bertini (dal 34' st Zappa), Pinton, Milillo, Vaccaro (dal 20' st Silvestro), Messori (dal 40' st Paudice)
A disposizione: Tosi, Bianchi, Darrel, Zibert, Rihai, Esposito, Vetere, Piovanello
Allenatore: Maurizio Lauro

Arbitro: Fabio Pirrotta (Sez. AIA di Barcellona Pozzo di Gotta)
AssistentiEdoardo Federico Cleopazzo (Sez. AIA di Lecce), Andrea Maria Masciale (Sez. AIA di Molfetta)
Quarto uomo: Francesco Burlando (Sez. AIA di Genova)

NOTE. Ammoniti: Zugaro, Checchi, Giacomel

Top